LA STORIA DEL LIMONE: tra fatti e leggende

29.11.2018

Il limone appartiene alla famiglia delle Rutaceae, genere Citrus, Specie C. limon.
Nonostante venga oggi considerato il simbolo del calore e del sole mediterraneo, il limone vede le sue origini nelle terre dell’estremo oriente.
Sembra che coltivazioni di limone fossero sviluppate in Assam, regione nord-orientale dell’India, in Birmania e in Cina, luoghi dove inizialmente cresceva in modo spontaneo. Qui, il limone era apprezzato per le sue proprietà antireumatiche e come tonificante, mentre nei paesi islamici era usato principalmente come antidoto contro i veleni e come cura per le emorragie. Questo agrume era probabilmente conosciuto anche dagli Antichi Egizi, e infatti alcuni resti sono stati ritrovati tra gli ingredienti usati per i riti di imbalsamazione e come offerta nelle tombe insieme a datteri e fichi.

Alcuni resoconti di storici romani raccontano che il limone fosse conosciuto anche dagli ebrei di Gerusalemme, che usarono proprio questo agrume per colpire un sacerdote errante durante una celebrazione del 90 a.C.
Importato in Grecia, era qui utilizzato principalmente a scopo ornamentale e per profumare la biancheria. Teofrasto, storico allievo di Aristotele, riporta però l’impiego del limone anche con scopi terapeutici, mentre gli Ellenici coltivavano piante di limone vicino alle coltivazioni degli ulivi, per tenere lontani i parassiti.

Per anni si è ritenuto erroneamente che i romani non conoscessero il limone, ma questa convinzione è stata col tempo smentita, grazie agli scritti di Plinio il Vecchio e al ritrovamento di alcuni affreschi in una casa pompeiana, chiamata “Casa del Frutteto”, nei quali è possibile riconoscere, tra vari frutti rappresentati, proprio il nostro agrume giallo. Un’antica leggenda racconta inoltre che, essendo ritenuto un buon antidoto ai veleni, l’Imperatore Nerone ne fosse un assiduo consumatore.

Le coltivazioni dei limoni in Italia cominciarono solo dopo l’anno Mille, quando gli Arabi conquistarono il Sud Italia e iniziarono a piantarne molti alberi in Sicilia. Si narra che sia stato in questo periodo che si ebbe l’intuizione di mescolare il succo di limone con la neve dell’Etna e il miele, inventando così il classico sorbetto al limone siciliano. La prima vera descrizione del limone apparve in alcuni scritti arabi del dodicesimo secolo, e il nome “limone” deriva verosimilmente dalla parola persiana “limu”.

Ancora oggi, chi dice limoncello, dice Limoncè.